Tradizione contadina a Somma Vesuviana

Il Museo della Civiltà Contadina Michele Russo. Arti, mestieri, tradizioni popolari e gusto antico

Nella cronaca francescana del 1587, Padre Francesco Gonzaga già parlava di Somma Vesuviana come di una città fecondissima, per i tanti prodotti orto-frutticoli autoctoni: noci, nocciole, castagne, mele, prugne, ciliegie, albicocche ed uva catalanesca.

Tale abbondanza di sapori fece sviluppare una classe sociale prevalentemente costituita da contadini e commercianti. Oggi un riconoscimento a questo glorioso passato, fatto anche di tradizioni, usi e costumi si trova nel Museo Contadino “Michele Russo”, presso il convento di Santa Maria del Pozzo.

La collezione privata, inaugurata nel 1995, è composta da 3200 pezzi. Una raccolta di oggetti e testimonianze del mondo rurale che evoca tempi lontani, paesaggi inviolati, gusti antichi, sentimenti puri e valori veri.

Nei cellai del convento, tutti con volta a botte, sono esposti strumenti di lavoro nei campi e di cura degli animali e anche molti utensili di uso comune e domestico, ancora perfettamente funzionanti.

Attraverso percorsi pedagogici-didattici e laboratori di artigianato, i visitatori vivono emozioni dimenticate.

I settori tematici del Museo vanno dalle attività agricole, alla sala del vino, dagli antichi mestieri alle produzioni alimentari. Vi sono, inoltre delle stalle con animali da lavoro e animali da cortile ed un bellissimo orto didattico.

Il Museo è la Prima Fattoria Didattica accreditata in Campania e anche Museo di Interesse Regionale, in quanto sede di un’intensa programmazione culturale, eventi, mostre e manifestazioni.

Una realtà che merita di essere visitata per riscoprire le origini rurali di un territorio da salvaguardare come bene comune e per trascorrere una giornata all’aria aperta con tutta la famiglia.

Museo della Civiltà Contadina. Piazza Santa Maria del Pozzo, Somma Vesuviana. T: +39 0815318496 www.museocontadino.com

 

Osteria Summa Terra

All’interno del Museo è presente l’Osteria Summa Terra. Aderente all’Alleanza dei Cuochi Slow Food, rete che difende la biodiversità alimentare, l’Osteria fa del rapporto con i produttori uno dei punti di forza della sua cucina, attraverso una accurata selezione dei prodotti, rigorosamente di stagione. La sfida dell’Osteria è quella di coniugare l’utilizzo di prodotti semplici e territoriali con una elaborazione più moderna e ricercata.

www.osteriasummaterra.it