Il sentiero degli dei

Da Agerola a Nocelle attraversando il paradiso. Uno straordinario sentiero panoramico sulla Costiera Amalfitana

Come arrivare

By car: Strada Statale 163

By train: Circumvesuviana Napoli-Sorrento

By boat from Port of Naples www.alilauro.it www.caremar.it

Situata a quasi 500 metri sul livello del mare, tra paesaggi rocciosi, macchia mediterranea, boschi di agrifoglio e terrazze ricavate in ripidi pendii, questa antica mulattiera, ora itinerario turistico di fama internazionale, è attraversata da trecentomila escursionisti all’anno.

Italo Calvino e David Herbert furono i primi scrittori a descriverlo come un luogo mitico e magico, che dà la sensazione di essere sospesi – come gli dei – tra il cielo e il mare.

La passeggiata dovrebbe idealmente iniziare da Colle Serra, a Bomerano, nei dintorni di Agerola, un piccolo paese sulle colline della Costiera Amalfitana. La prima parte della passeggiata, in discesa, porta ad una fontana, a sinistra della quale si trova una mulattiera che sale da Praiano (questo accesso al sentiero, con i suoi 1500 gradini, è meno accessibile); svoltando a destra si entra nel sentiero. Da questo punto in poi, i segnali posti ogni 100 metri rendono praticamente impossibile perdersi.

Il sentiero, con i suoi panorami vertiginosi, segue un percorso tortuoso che sale e scende. Il paesaggio cambia costantemente, con una splendida macchia mediterranea composta da querce, corbezzoli, erica e rosmarino.

È un percorso ideale per chi ama il trekking: chi lo percorre una volta se ne innamora per sempre. Il sentiero termina nel villaggio di Nocelle, nei dintorni di Positano, che può essere raggiunto in autobus o, in un’ora e mezza, a piedi. In alternativa, una discesa di un’ora e 1700 gradini conduce ad Arienzo, la spiaggia di Positano che dista solo 10 minuti dal centro della città.

La costiera amalfitana

Quasi 12mila ettari di paradiso tra il Golfo di Napoli e quello di Salerno, ‘Patrimonio dell’umanità’ per l’Unesco, terra di zagare, agrumi e sirene, è un’esperienza da vivere più che un luogo da visitare. Comprende 13 comuni, collegati dalla Strada Statale 163 Amalfitana, una delle più belle d’Italia. Ne citiamo solo alcuni. Amalfi, con le sue antiche cartiere e i vicoli che si incuneano tra splendidi giardini terrazzati. Furore con i suoi murales e l’unico Fiordo di Italia. Vietri sul Mare e le sue ceramiche. Positano, una delle più eleganti mete turistiche della Costiera, luogo di elezione dello shopping e della moda. Ravello, con la sua splendida Villa Rufolo e la Terrazza sull’Infinito.

Osannata da scrittori, poeti e pittori, Positano è circondata da tre isolotti: il Gallo Lungo, la Rotonda e il Castelluccio, ritenuti da sempre mitica dimora delle ammalianti sirene.