Let’s go to Ercolano!

Un po’ di storia e di curiosità per una meta da non perdere nel viaggio in Campania

Ercolano è una destinazione da non perdere in un viaggio in Campania. Già candidata al titolo di Capitale Italiana della Cultura, è un territorio ricco di attrazioni fondato, secondo la leggenda, da Ercole, che trovò un luogo ameno dove riposarsi dopo le sue fatiche.

Si trova, infatti, al centro del Golfo, tra Vesuvio e mare, a pochi minuti da Napoli e da Pompei, con la quale condivise il tragico destino, seppellita anch’essa dall’eruzione del 79 D.C. raccontata da Plinio il Giovane.

Fino a quel momento fu luogo prediletto di vacanza e di ozio per i Romani, con splendide ville affacciate sul mare che ancora oggi fanno bella mostra di sé al pubblico.

Dai Romani ai Borbone il passo è breve: perla del cosiddetto “Miglio d’Oro”, Ercolano vide alternarsi, a partire dal ‘700, ville superbe, commissionate dalle famiglie reali al seguito del Re Carlo III di Borbone, che istituì a Portici una delle residenze borboniche, visitabile ancora oggi nel suo splendore.

Ad Ercolano fu realizzato il primo parco giochi d’Italia nel parco della Villa Favorita con giostre che allietavano le feste dei nobili e che oggi è un giardino all’inglese sul mare visitabile gratuitamente. Un misto di natura, pietra lavica e storia che oggi rappresenta una destinazione di carattere internazionale: il parco archeologico di Herculaneum, distrutta nel 79 d.C. dall’eruzione del Vesuvio, sito Unesco dal 1997 con oltre 500.000 ingressi annui e la Riserva di Biosfera Unesco costituita dal Parco Nazionale, con oltre un milione di accessi l’anno.